nina
Home > Racconti erotici > In spiaggia con il mio padrone

In spiaggia con il mio padrone

Il sole cocente batteva sulla mia pelle, avvolta in un bikini nero che metteva in risalto tutte le mie curve. La spiaggia era affollata, ma io avevo scelto un angolo appartato, lontano da occhi indiscreti. Il rumore delle onde che si infrangevano sulla riva e il calore del sole mi facevano sentire viva, eccitata. Ero lì per lui, il mio padrone, l’uomo che aveva il controllo totale sul mio corpo e sulla mia mente.

Avevo conosciuto Luca online, in un sito di incontri per persone con i nostri stessi gusti. Dopo settimane di chat e telefonate, avevamo deciso di incontrarci. Mi aveva detto di incontrarci sulla spiaggia delle Calandre, di indossare il mio bikini preferito e di aspettarlo. E io, obbediente, avevo fatto tutto ciò che mi aveva chiesto.

Mentre aspettavo, mi spalmavo la crema accarezzandomi le cosce, fantasticando che fosse Luca a farlo. Da giorni non facevo altro che pensare a lui, ai suoi occhi scuri e penetranti, al suo corpo muscoloso e alla sua voce profonda che mi ordinava di fare ciò che voleva. Bastava questo pensiero perché il mio respiro diventasse affannoso e il mio cuore prendesse a battere all’impazzata. Volevo sentirlo dentro di me.

Finalmente, lo vidi arrivare. Camminava con sicurezza, con un sorriso sulle labbra che mi faceva capire che era contento di vedermi. Indossava solo un paio di pantaloncini da bagno blu, che mettevano in risalto tutta la sua mascolinità. Mi avvicinai a lui, con un sorriso timido sulle labbra.

“Ciao, principessa,” mi disse, accarezzandomi il viso con la mano. “Sei bellissima.”

Mi sentii arrossire, come una ragazzina al primo appuntamento. Ma sapevo che lui non era lì per farmi complimenti, era lì per prendere ciò che voleva. E io ero pronta a darglielo. Luca mi prese per mano e mi portò verso l’acqua. Il mare era caldo, la sabbia morbida sotto i nostri piedi. Mi sentivo come in un sogno, come se tutto ciò che stava accadendo non fosse reale. “Togliti il bikini,” mi ordinò, con un tono di voce che non ammetteva repliche.

Esitai per un momento, guardandomi intorno. C’erano altre persone sulla spiaggia, alcune di loro ci stavano guardando. Ma Luca non sembrava preoccuparsene, e anche io, sotto il suo sguardo, mi sentivo protetta, al sicuro.

Mi tolsi il bikini, sentendo il calore del sole sulla mia pelle nuda. Luca mi guardò con approvazione e desiderio. Mi sentii bella, desiderata, potente. “Bene, principessa,” disse avvicinandosi a me. “Ora sei mia.”

Mi baciò con passione e trasporto. Le sue mani si posarono sul mio corpo, accarezzandomi ed esplorandomi finalmente. Mi stavo bagnando e non solo perché stavamo entrando in acqua, lo desideravo più che mai. Luca mi spinse dolcemente verso il mare, facendomi entrare nell’acqua fino alla vita. Lo guardai con un sorriso malizioso sulle labbra. “Cosa vuoi che faccia, padrone?” gli chiesi, con un filo di voce. Lui sorrise, con un’espressione che mi fece capire che aveva in mente qualcosa di molto eccitante per me.

Nina Love è l’app per chi ama ascoltare audio racconti erotici.

Esplora tutti i nostri audio e le categorie gratis per 7 giorni.

“Girati subito e fatti guardare” mi ordinò Luca, con un tono di voce che non ammetteva repliche.

Obbedii dandogli le spalle, sentendo l’acqua del mare che mi bagnava il corpo. Ero eccitata e desiderosa di sentirlo dentro di me. Luca si posizionò dietro di me, accarezzandomi il sedere con le mani. “Sei pronta, principessa?” mi chiese, con un sorriso malizioso sulle labbra. Annuii, con un filo di voce. Lui sorrise e poi lo sentii entrare dentro di me. Il suo cazzo era duro, caldo, enorme. Mi riempiva completamente, mi faceva sentire sua. Iniziai a gemere, mentre lui mi penetrava con forza, con possessività. “Sei mia, principessa,” mi disse, mentre mi afferrava i capelli con una mano. “Hai capito bene? Solo io posso farti godere!”.

Iniziai a gemere di piacere, mentre lui continuava a penetrarmi con forza. Il mio corpo tremava, il mio cuore batteva all’impazzata. Era la cosa più eccitante che avessi mai provato. Non eravamo molto distanti dalla riva e qualcuno avrebbe potuto vederci. Il solo pensiero mi faceva bagnare ancora di più. Poi Luca mi afferrò i fianchi con le mani, mentre continuava a penetrarmi con forza. Sentii il suo respiro diventare affannoso, sentii il suo corpo tendersi. Ormai facevo fatica a trattenermi dal venire.

Luca allungò una mano davanti e iniziò a massaggiarmi il clitoride. A tempo con le suo spinte. “Ora godi principessa, te lo sei meritato” mi disse all’orecchio. Non aspettavo altro che il suo permesso. Un orgasmo intenso mi fece tremare la schiena e lui iniziò a spingere sempre più forte, tirando a sè i miei capelli. Ancora e ancora finché anche lui non venne con un urlo di piacere.

Dopo aver fatto sesso, mi sentivo stanca, ma felice. Mi sdraiai sulla sabbia, con Luca accanto a me. Il sole stava tramontando, il cielo si stava tingendo di rosa e arancio. Lui mi accarezzò il viso, con un sorriso dolce sulle labbra. “Sei stata brava, principessa,” mi disse. “Sei stata molto brava.”

Mi sentii arrossire, come una ragazzina che riceve un complimento. Ma sapevo che Luca non mi aveva fatto un complimento per farmi piacere, mi aveva fatto un complimento perché lo pensava davvero. Mi alzai in piedi, prendendo il bikini dalla sabbia. Lo indossai, con un sorriso malizioso sulle labbra. “Quando ci vediamo di nuovo, padrone?” gli chiesi, con un filo di voce.

Lui sorrise, con un’espressione che mi fece capire che aveva in mente qualcosa di molto eccitante. “Presto, principessa,” mi disse. “Molto presto.”

Mi allontanai dalla spiaggia, con un sorriso sulle labbra e il cuore pieno di emozioni. Avevo trovato il mio padrone, l’uomo che aveva il controllo sul mio corpo e sulla mia mente. E non vedevo l’ora di rivederlo di nuovo.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

Leggi altri racconti erotici:

Nina Love è l’app di audio racconti erotici pensati per il tuo piacere.

Inizia ad esplorare gratis tutti i nostri audio per 7 giorni.

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e ricevi gratuitamente il tuo primo audio erotico.
Invalid email address