nina
Home > Racconti erotici > Incontro segreto con l’amico di mio marito

Incontro segreto con l’amico di mio marito

Oggi siamo venuti a vedere una mostra in Triennale con una coppia di amici, Lucia e Tommaso. Ci conosciamo da anni e le uscite in doppia coppia sono la normalità per noi. Con la scusa di una telefonata mi allontano e mi infilo nel bagno degli uomini, al piano terra. Mi sento eccitata e in colpa allo stesso tempo. La porta si chiude alle mie spalle e mi ritrovo faccia a faccia con lui, Tommaso, l’amico di mio marito da una vita.

I suoi occhi scuri mi scrutano, pieni di desiderio e determinazione. Sento il mio cuore battere forte nel petto. Lui si avvicina lentamente, sento il calore del suo corpo che mi avvolge, la sua presenza è così invadente da mozzarmi il fiato.

Le sue mani grandi e forti mi afferrano i fianchi, tirandomi verso di lui. I nostri corpi si toccano, si sfiorano, si esplorano. Il contatto mi fa sentire viva, desiderata, in un modo che mio marito non riesce più a farmi provare. La sua bocca si avvicina alla mia, le sue labbra carnose e morbide mi invitano.

Cedo alla tentazione, chiudendo gli occhi e lasciando che le nostre labbra si incontrino. Il bacio è passionale, violento, un uragano di emozioni che mi travolge e mi lascia senza fiato. Le sue mani si spostano sul mio corpo, accarezzando, stringendo, esplorando ogni curva. Sento il suo desiderio crescere, il suo corpo si irrigidisce contro il mio, facendomi desiderare di più.

Le sue dita si insinuano sotto la mia gonna, risalendo lungo le cosce. La sua pelle calda contro la mia mi fa rabbrividire, mi fa sentire viva. Raggiunge la mia figa, trovando la strada verso il mio piacere. Inizio a gemere, i miei gemiti riempiono la stanza, si mescolano al rumore dell’acqua che scorre e al respiro affannoso di lui.

Nina Love è l’app per chi ama ascoltare audio racconti erotici.

Esplora tutti i nostri audio e le categorie gratis per 7 giorni.

Le sue dita iniziano a muoversi, a esplorare, a stimolare. Il mio corpo risponde ai suoi tocchi, il mio desiderio cresce e diventare sempre più intenso. I suoi movimenti sono precisi, mi fanno sentire come se fosse l’unico uomo al mondo capace di farmi provare queste sensazioni.

Il mio respiro si fa affannoso, i gemiti si fanno più forti. Sento il mio corpo tremare, il piacere che sale, che mi avvolge, che mi fa perdere il controllo. Lui si sposta dietro di me e continua a toccarmi, sempre più veloce. Massaggia il mio clitoride con un mano mentre inizia a scoparmi con le dita dell’altro mano… nel giro di pochi istanti il mio orgasmo arriva come un’onda, mi fa urlare di piacere. Lui sorride, sa che non è finita, entrambi ne vogliamo ancora.

Mi inginocchio davanti a lui, guardandolo negli occhi. Voglio farlo godere come ha fatto lui con me. Inizio a sbottonargli i pantaloni, a tirare giù la zip. Il suo cazzo è duro, grosso, pronto per me.

Lo prendo in mano, sento la sua pelle calda. Inizio a muovere la mano, a farlo gemere di piacere. I suoi occhi si chiudono, le sue mani si stringono in pugni, il suo respiro diventa affannoso. Sento il potere che ho su di lui. E questo mi eccita totalmente.

Inizio a leccare la punta del suo cazzo, sentendo il sapore salato. Lui si contorce, mi afferra i capelli. Inizio a prenderlo in bocca, a succhiarlo, a farlo entrare sempre più in profondità. Sento il suo cazzo pulsare, diventare sempre più duro, sento il suo piacere crescere.

Continuo a succhiarlo, a leccarlo, a farlo gemere di piacere. Lui spinge sempre più in profondità nella mia bocca. Voglio farlo godere, voglio sentirlo urlare di piacere.

Lui mi tira su, mi fa appoggiare al lavandino. Solleva la mia gonna, sposta di lato le mie mutandine. Il suo cazzo entra dentro di me, mi riempie, mi fa sentire piena. Inizia a muoversi, a spingere, a farmi sentire ogni centimetro dentro di me.

I suoi movimenti sono potenti, violenti, mi fanno sentire sua, mi fanno sentire desiderata. I suoi movimenti diventano sempre più veloci, sempre più profondi, mi fanno sentire come se stessi per esplodere.

Sento il mio orgasmo arrivare, per la seconda volta. I miei gemiti riempiono la stanza. Il mio corpo trema, il piacere è così intenso da farmi sentire come se stessi per svenire. Lui continua a spingere, sento il suo respiro diventare affannoso, il suo corpo irrigidirsi, fino a quando anche il suo orgasmo arriva, potente, travolgente. Sento il suo cazzo pulsare dentro di me, mentre lui viene.

Ci fermiamo, guardandoci negli occhi, sentiamo il nostro respiro che ritorna alla normalità.

Ci sistemiamo velocemente, tornando alla realtà del bagno, di questa domenica pomeriggio. Sappiamo entrambi che quello che è successo non dovrebbe essere successo, ma non possiamo negare il desiderio che proviamo l’uno per l’altra. Usciamo dal bagno, ognuno fa un giro diverso per tornare alla mostra, ma sappiamo entrambi che quello che è successo cambierà tutto.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

Leggi altri racconti erotici:

Nina Love è l’app di audio racconti erotici pensati per il tuo piacere.

Inizia ad esplorare gratis tutti i nostri audio per 7 giorni.

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e ricevi gratuitamente il tuo primo audio erotico.
Invalid email address