nina
Home > Racconti erotici > Superare le paure e lasciarsi andare

Superare le paure e lasciarsi andare

Siamo in vacanza in una piccola isoletta greca, due settimane tutte per noi. Sto tremando mentre aspetto che lui ritorni. È andato a restituire il motorino che abbiamo noleggiato, questa è la nostra ultima sera sull’isola. Sono seduta sul letto, nuda, con le mani sudaticce che stringono le lenzuola. So cosa vuole da me stasera e sono pronta a darglielo. Ho sempre avuto paura di provare il sesso anale, ma ho deciso di superare i miei limiti dopo averne parlato a lungo con lui. Ho voglia di lasciarmi andare completamente. Voglio sentirmi sua.

Il cuore mi salta in gola quando sento i suoi passi sulle scale. La porta si apre e lui entra nella stanza. Mi guarda con quegli occhi che mi fanno sciogliere, ha uno sguardo innamorato ed eccitato al tempo stesso, mi vuole e io non posso e non voglio resistergli. Mi avvicino lentamente e gli sussurro all’orecchio: “Voglio che tu mi prenda, in ogni modo possibile”. Lui sorride e mi bacia delicatamente sulle labbra. Adesso non si torna indietro.

Poi il suo bacio si fa più intenso, più passionale. Mi prende il labbro inferiore con i denti e inizia a succhiarlo. Le sue mani si muovono sul mio corpo, mi accarezza il seno e inizia a giocare con i miei capezzoli, li stringe e li pizzica facendomi gemere di dolore misto a piacere. Ormai conosce il mio corpo a memoria e sa benissimo come farmi eccitare. Senza esitazione, mi spinge sul letto e si mette sopra di me, facendomi aprire le gambe.

Le sue mani continuano ad accarezzarmi e massaggiarmi, prima il ventre, poi i fianchi, infine arriva alla figa. Vuole sentire quanto sono bagnata. Mi fa leccare le sue dita, lentamente, una alla volta e poi mi penetra. Prima con una, poi con due. La sua mano fa dei movimenti circolari stimolando contemporaneamente il clitoride e l’interno della mia figa. Gli piace farmi godere ed è fottutamente bravo a farlo.

Dopo qualche minuto di preliminari mi prende per i fianchi e mi fa girare, mettendomi a quattro zampe. Scende dal letto e apre il cassetto del comodino per prendere il lubrificante. So cosa sta per succedere e voglio che accada.

Inizia ad accarezzarmi il culo, poi si abbassa per baciarlo. Il tocco della sua lingua calda su di me mi fa sobbalzare. “Non abbiamo fretta, rilassati.” mi dice baciandomi la schiena. Respiro con calma, voglio che mi prenda, ma al contempo ho paura che faccia male. Lui riprende a baciarmi e stimolarmi il clitoride con le mani. Dio quanto mi fa godere. Poi apre il lubrificante e ne spalma un po’ sul mio ano. La sensazione di freddo mi fa irrigidire per un momento, ma il tocco delicato del suo massaggio mi fa subito rilassare.

Mi penetra lentamente con un dito, mentre io cerco di rilassarmi il più possibile. Non ho mai provato una sensazione simile, ma so che con lui posso lasciarmi andare completamente, senza paura. I suoi movimenti sono lenti e dolci, non abbiamo fretta. Presto il mio corpo si abitua al leggero dolore che sento, anzi inizia a piacermi.

Mi chiede se sto bene e io annuisco. Lui sorride e aggiunge un dito, iniziando a muoversi dentro di me con più intensità, allargandomi sempre di più. È una sensazione strana, mai provata prima. Respiro più profondamente per rilassarmi, mentre lui mi bacia e mi accarezza la schiena.

Nina Love è l’app per chi ama ascoltare audio racconti erotici.

Esplora tutti i nostri audio e le categorie gratis per 7 giorni.

Dopo un po’, sento che sono pronta. Lui mi allarga le gambe e appoggia il suo cazzo contro il mio ano. Sento il panico salire, ma le sue carezze mi rassicurano. Accarezzandomi i capelli mi sussurra che mi devo fidare, che sarà gentile, e questo mi tranquillizza immediatamente. Lentamente, inizia a penetrarmi, mentre io cerco di calmare il battito del mio cuore con profondi respiri.

Non posso negare che all’inizio il dolore è intenso, lui se ne accorge e si ferma per un momento, lasciandomi abituare alla sua presenza dentro di me. Poi, lentamente, comincia di nuovo a muoversi. Mi afferra i fianchi e dolcemente si spinge sempre più in profondità.

Sento il suo cazzo che mi riempie completamente, è una sensazione davvero piacevole. Dopo qualche minuto non c’è più ombra di dolore, ma solo piacere. Quindi inizio a muovermi con lui, assecondando le sue spinte. Mi afferra i capelli, tirandomi indietro la testa, mentre mi penetra sempre più forte.

A un certo punto allunga una mano e inizia a masturbarmi, mentre continua a penetrarmi. Inizio davvero a perdere il controllo per il piacere. Spingo il culo contro il suo cazzo per sentirlo più in fondo. Mi piace e lui mi premia schiaffeggiandomi il sedere. Il solo pensiero che prenderlo nel culo mi stia piacendo mi fa eccitare ancora di più e aumentare la forza dei miei movimenti. Lui lo capisce e mi asseconda, scopandomi con più foga. Sento il suo cazzo che si gonfia dentro di me e so che sta per venire. Lui inizia ad ansimare forte e poi il suo sperma caldo mi riempie il culo.

Mi lascio cadere sul letto, esausta, mentre mi sorride e mi dice “Adesso tocca a te venire. Sei stata brava, meriti un premio”. Con il suo sperma che mi esce ancora dal culo mi prende e mi allarga le gambe. Inizia a leccarmi la figa con forza, mi mordicchia delicatamente il clitoride e lo succhia. Non mi serve molto per venire, dopo poco mi lascio andare e urlo di gioia. Lui si toglie da in mezzo alle mie gambe e si sdraia accanto a me.

Mi accarezza i capelli, mentre io cerco di riprendere fiato. Non ho mai provato niente del genere prima d’ora, non pensavo che il sesso anale mi potesse piacere e invece è stato bellissimo.

Dopo un po’, mi alzo dal letto e vado in bagno a pulirmi. Quando torno, lui è sdraiato sul letto, con gli occhi chiusi. Mi sdraio accanto a lui e lascio che mi abbracci. Mi sento al sicuro tra le sue braccia e so che mi proteggerà sempre.

Gli sussurro all’orecchio: “Ti amo”. Lui sorride e mi risponde: “Ti amo anch’io”. Ci addormentiamo così, nudi e soddisfatti, l’uno tra le braccia dell’altra. È il finale perfetto per la nostra vacanza, ho provato qualcosa di nuovo e ho condiviso questo momento con la persona che più amo. Non credo ci sia nulla di meglio di questo.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 2 Media: 4.5]

Leggi altri racconti erotici:

Nina Love è l’app di audio racconti erotici pensati per il tuo piacere.

Inizia ad esplorare gratis tutti i nostri audio per 7 giorni.

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e ricevi gratuitamente il tuo primo audio erotico.
Invalid email address