nina
Home > Racconti erotici > La mia prima esperienza di sesso tantrico

La mia prima esperienza di sesso tantrico

Sento il vento caldo di Folegandros accarezzarmi il viso, mentre i raggi del sole si riflettono sulle acque cristalline del mare. Sono qui, su questa isola, lontana un po’ da tutto, per un ritiro di yoga tantrico di 2 settimane… ne avevo decisamente bisogno! E’ bello poter lasciare i pensieri del lavoro e della solita routine… dedicarmi solo a me stessa e riconnettermi al mio piacere.

Alzo lo sguardo e vedo Alexandros che mi viene incontro, è il nostro maestro yoga, un uomo affascinante, dai lineamenti greci, la pelle abbronzata e gli occhi profondi. Non posso nascondere che ho sentito qualcosa per lui, dalla prima volta che ci siamo visti… non so se è il sole, la libertà, una sorta di fascino per la sua conoscenza o solo la parte di chimica tra di noi.

Mentre si avvicina, sento un brivido di eccitazione percorrermi la schiena. Certo, sono qui per imparare, per esplorare, ma Alexandros nelle sue lezioni mi sta spingendo verso i miei limiti.

Mi guarda con un sorriso enigmatico, come se sapesse esattamente quello che sto pensando. “Sei pronta?” mi chiede, la sua voce profonda e calma, come il mare intorno a noi.

“Sì,” rispondo, la mia voce poco più di un sussurro. “Sono pronta.”

Mi prende per mano e in silenzio, mi porta a casa sua. E’ poco più di una stanza, direttamente affacciata sulla spiaggia, lontana dagli sguardi indiscreti. L’interno è illuminato da candele, il pavimento è coperto da tappeti e cuscini morbidi.

Mi chiede di spogliarmi, di lasciare andare le mie inibizioni e le mie paure. Lo guardo negli occhi e inizio a sbottonarmi lentamente la camicia, rivelando la mia pelle chiara alla luce tremolante delle candele.

Alexandros si avvicina a me, le sue mani calde e forti iniziano ad esplorare il mio corpo. I suoi tocchi sono lenti e attenti, ogni movimento carico di intenzione e desiderio. Sento le sue dita tracciare il contorno delle mie curve, accarezzando la mia pelle con una reverenza quasi religiosa.

Il suo respiro è caldo sul mio collo, le sue labbra che sfiorano delicatamente la mia pelle. Inizio a gemere, il mio corpo che risponde ai suoi tocchi con un’intensità che non avevo mai provato prima. Sento un’onda di piacere che si infrange dentro di me, un’onda che promette di travolgermi e di portarmi in un viaggio di estasi e illuminazione.

Nina Love è l’app per chi ama ascoltare audio racconti erotici.

Esplora tutti i nostri audio e le categorie gratis per 7 giorni.

Alexandros mi guida in un’esplorazione del mio corpo, insegnandomi a toccarmi in modi che non avevo mai immaginato. I suoi tocchi sono come una benedizione, ogni carezza un’invocazione al piacere. Sento le sue dita che scivolano dentro di me, aprendomi al piacere, preparandomi per l’unione sacra.

Il suo pene è duro e pulsante, preme contro di me con un’urgenza primordiale. Lo sento entrare in me, riempiendomi completamente, unendo i nostri corpi in un’unica entità. Il suo ritmo è lento e costante, ogni spinta un passo verso un piacere più grande.

Sento il mio orgasmo che si avvicina, un’esplosione di piacere che minaccia di consumarmi. Ma Alexandros mi ferma, mi ricorda di respirare, di rallentare, di prolungare il piacere. Mi insegna a cavalcare l’onda dell’orgasmo, a lasciarmi trasportare dal piacere senza esserne travolta.

Il sesso sacro è un’arte, un’arte che richiede pazienza e controllo. È un viaggio verso l’illuminazione, un viaggio che richiede coraggio e determinazione. Ma è anche un viaggio di piacere, un viaggio che porta a un’estasi che va oltre il semplice orgasmo.

Sento il mio corpo che si muove in armonia con quello di Alexandros, i nostri respiri che si sincronizzano, i nostri cuori che battono all’unisono. Sento un’onda di piacere che si infrange dentro di me, un’onda che mi porta in alto.

“Vieni,” sussurra Alexandros, la sua voce un’invocazione al piacere. “Vieni con me.”

E così, lascio andare ogni inibizione, ogni paura, ogni dubbio. Mi abbandono al piacere, mi lascio travolgere dall’orgasmo. Sento il mio corpo che esplode in un’esplosione di piacere. Mentre il mio corpo trema e si contorce sotto l’onda del piacere, capisco di vivere un’esperienza spirituale, un’esperienza che unisce il sacro e il profano, il divino e il carnale. È un’esperienza che mi ha cambiato per sempre.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]

Leggi altri racconti erotici:

Nina Love è l’app di audio racconti erotici pensati per il tuo piacere.

Inizia ad esplorare gratis tutti i nostri audio per 7 giorni.

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e ricevi gratuitamente il tuo primo audio erotico.
Invalid email address