nina
Home > Racconti erotici > Sesso al cinema con uno sconosciuto

Sesso al cinema con uno sconosciuto

Il cinema era quasi deserto, a eccezione di qualche coppia sparsa qua e là. Avevo notato lui non appena ero entrata, seduto da solo in fondo alla sala. Alto, muscoloso, con un’aria da duro ma con gli occhi che tradivano una certa dolcezza. Mi aveva lanciato un’occhiata piena di significato e in quel momento avevo deciso che sarebbe stata una proiezione indimenticabile…

Mi ero seduta qualche fila più avanti rispetto a lui. Cercavo di fingere di guardare lo schermo, ma i miei occhi continuavano a tornare su di lui, come calamitati. Ho iniziato a giocare con i capelli, a mordermi le labbra, ad accavallare e scavallare le gambe per fargli vedere meglio la mia figura. Volevo attirare la sua attenzione e ci stavo riuscendo. Lo vedevo guardarmi di sottecchi, con un sorriso appena accennato sulle labbra.

Il film era un noir, il mio genere preferito, ma non riuscivo a concentrarmi sulla trama. La mia mente era altrove, stava immaginando cosa sarebbe successo tra poco. Ho sentito un brivido corrermi lungo la schiena quando l’ho visto alzarsi e avvicinarsi a me. Mi si è seduto accanto, senza dire una parola. Potevo sentire il calore del suo corpo, la sua presenza mi riempiva, mi eccitava.

Ho girato la testa verso di lui, i nostri occhi si sono incontrati e c’è stata come una scintilla, un’intesa tra noi. Mi sono avvicinata, le nostre labbra si sono sfiorate. Un bacio leggero, delicato, che però nascondeva una promessa di piacere. Le sue mani hanno iniziato a esplorare il mio corpo, a toccarmi con decisione. Io gemevo sommessamente, desiderosa di sentirlo ancora più vicino.

La sua lingua ha iniziato a giocare con la mia, trasformando un bacio timido e delicato in qualcosa di profondo e appassionato. Le sue mani si sono posate sul mio seno, accarezzandolo sopra i vestiti. Ho sentito i capezzoli indurirsi, il desiderio salire. Volevo lui, volevo sentirlo dentro di me. Ho preso la sua mano e l’ho portata sotto la gonna. Ho giudicato le sue dita dentro le mie mutandine, per fargli sentire quanto ero umida ed eccitata.

Lui ha iniziato a toccarmi con movimenti lenti e decisi. Le sue dita si muovevano con sicurezza, sapevano esattamente cosa fare per farmi impazzire. Io gemevo, mi dimenavo sulla sedia, cercando di trattenermi per non attirare l’attenzione delle altre persone. Il suo tocco era elettrico, mi faceva vibrare, mi faceva sentire viva. Ho aperto gli occhi e guardato lo schermo, il film continuava e nessuno intorno a noi sembravano essersi accorto di quello che stava succedendo. Mi sono alzata, ho preso la sua mano e l’ho portato nella fila dietro, dove era più buio e nascosto.

Nina Love è l’app per chi ama ascoltare audio racconti erotici.

Esplora tutti i nostri audio e le categorie gratis per 7 giorni.

Mi sono inginocchiata davanti a lui e ho iniziato a slacciargli i pantaloni. Volevo sentire il suo sapore e il suo profumo. Gli ho preso il cazzo in bocca e ho iniziato a succhiare lentamente. Man mano che andavo avanti potevo sentirlo indurirsi al contatto della mia lingua. Ho iniziato a muovermi con avidità. Volevo sentirlo gemere, volevo farlo godere.

Le sue mani si sono posate sulla mia testa, spingendomi con delicatezza e accompagnando ogni mio movimento. Ho continuato a succhiarlo, a leccarlo e a farmi guidare da lui. Il piacere saliva, il desiderio aumentava. Volevo di più, volevo tutto. Mentre gli facevo un pompino ho iniziato a toccarmi.

Il suo respiro si faceva sempre più affannoso, i suoi gemiti sempre più forti. Potevo sentire che stava per venire e io volevo assaporare ogni momento. Ho accelerato i movimenti e gliel’ho preso tutto in bocca, fino in fondo. Ancora e ancora. Finché non è esploso, in un urlo soffocato di piacere. Ho ingoiato tutto, con avidità e desiderio senza mai staccargli gli occhi di dosso.

Mi sono alzata e messa a sedere accanto a lui. Ci siamo guardati con un sorriso complice. Adesso toccava a lui: sempre sorridendo in modo malizioso è scivolato in ginocchio davanti a me.

Le sue mani hanno iniziato a esplorare il mio corpo, a toccarmi con decisione. Mi ha sollevato la gonna, sfilato le mutandine e ha iniziato a leccarmi. La sua lingua si muoveva con sicurezza, sapeva esattamente cosa fare per farmi impazzire. Io gemevo, mi dimenavo, desiderosa di sentirlo ancora più dentro. Non si è fatto scappare l’occasione e ha iniziato a penetrarmi con le dita, andando a ritmo con i movimenti della sua lingua. Il piacere saliva, il desiderio aumentava. Volevo di più, volevo tutto. Così ho iniziato a toccarmi, mentre lui mi leccava, per fargli vedere quanto mi stava facendo godere. Dopo un paio di minuti, si è alzato e ha preso il mio viso tra le mani per baciarmi. Senza staccare le labbra mi ha penetrato, lentamente, con decisione. Il suo ritmo aumentava, i suoi gemiti diventavano più forti. Io mi muovevo con lui, in una danza di piacere e desiderio. Volevo sentirlo venire, volevo sentirlo godere. Ho accelerato i movimenti, spingendo il mio bacino contro di lui con forza, per farmi prendere ancora più in profondità. E poi è esploso, in un urlo soffocato di piacere.

A quel punto ci siamo fermati e abbiamo iniziato a ridere di gusto. C’era un’intesa, un legame assolutamente inaspettato che ci univa. Senza dire una parola ci siamo alzati e siamo usciti nella notte. L’aria era fresca e carica di promesse.

Poi lui mi ha baciato: un bacio dolce, pieno di promesse. Mi ha preso la mano e ha iniziato a camminare. Non so dove andremo, non so cosa succederà. Ma so che questa notte è solo l’inizio. La città ci accoglie, con le sue luci e i suoi rumori. Ci perdiamo tra la gente, tra le strade. Ma noi siamo nel nostro mondo, nel nostro spazio di piacere e desiderio. E so che, qualunque cosa accada, questa notte sarà indimenticabile.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 4]

Leggi altri racconti erotici:

Nina Love è l’app di audio racconti erotici pensati per il tuo piacere.

Inizia ad esplorare gratis tutti i nostri audio per 7 giorni.

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale e ricevi gratuitamente il tuo primo audio erotico.
Invalid email address