LA VITA (SESSUALE)
AI TEMPI DEL CORONAVIRUS.

Ecco alcuni consigli su come passare il tempo a casa.

La domanda che circola in questo momento in rete riguardo alle sorti delle coppie chiuse dentro le mura domestiche è: dopo questo periodo di quarantena – che non si sa ancora quando finirà – ci sarà un boom di nascite o di divorzi?

Speriamo di nascite.
Il sesso è un tema. Chi si trova chiuso in casa con il proprio partner può ritenersi fortunato e continuare a portare avanti la propria vita sessuale come prima, con l’accortezza di monitorare i propri contatti con il mondo esterno e seguire le precauzioni che ormai avete sentito ripetere senza tregua da chiunque: lavarsi le mani, tenersi a un metro di distanza, non toccare se non necessario superfici e se lo si fa rilavarsi le mani e via dicendo.

Uno dei problemi maggiori del Covid-19 è proprio il suo periodio di incubazione: i sintomi infatti possono comparire da 2 a 25 e passa giorni, senza considerare gli asintomatici. Per questo motivo, come già imposto dal nuovo decreto di legge del 9 Marzo, restare a casa e limitare le uscite al buon senso e alle sole strette necessità è la soluzione migliore.

Voi, fuorilegge, vi vediamo già fare un fughino a mezzanotte per andare a trovare il vostro flirt del momento, perché lo sappiamo tutti: noi italiani siamo estremamente romantici e le regole ci stanno spesso strette. Ecco, evitate, per il bene vostro e degli altri, perché in questo momento è davvero impossibile capire chi potrebbe essere infetto e chi no. Diamo ufficialmente lo stop al sesso occasionale.

Non ditelo a me, ho passato mesi senza sesso, flirt, niente; avevo preso coraggio, scaricato nuovamente Tinder, navigato nel disperato mare dei casi umani e proprio sul più bello, quando ho trovato un ragazzo carino e simpatico, che per altro non si era approcciato con riferimenti al virus come tutti stanno facendo, eravamo giusto al punto del “magari possiamo vederci per un bicchiere di vino”, e lui mi dice “accendi la tv, c’è Conte che parla”. Fine dei giochi.

Vista la situazione, è ora di chiudere Tinder e aprire Pornhub. Il banner di supporto agli italiani con accesso a Premium ha già fatto il giro del web, e mi viene naturale pensare a tutti quelli che si dedicheranno a questa attività ludica nelle prossime settimane.

tinder-coronavirus

Senza entrare nel political correct, e senza discutere sul perché molti possano non apprezzare questo tipo di pornografia, proprio a voi, ci tengo a ricordare che esistono alternative più sofisticate, come gli audio erotici di Nina.
Li avete già ascoltati? No? Bene, è il momento giusto. E come scrive Erika Lust su twitter “Keep your hands clean & your mind dirty”.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Eccoti! Lascia la tua mail per ascoltare gratuitamente tutti gli audio di Nina.

(Promesso niente spam)

Ben fatto! Ora iniziamo a divertirci 🔥