LEI vs LUI, INTERVISTA DOPPIA: IO MI MASTURBO, E TU?

Abbiamo fatto ad un ragazzo e una ragazza le stesse domande sul tema della masturbazione. Soltanto alla fine, poi, abbiamo mostrato le risposte l’uno dell’altra: quindi, era così che se lo immaginavano?

differenza masturbazione femminile e maschile

Autoerotismo: che rapporto hai con il tuo corpo?

♀ Mi è sempre piaciuto sperimentare, scoprire, toccarmi, e questo fin da bambina. È una cosa che ho sempre vissuto con naturalezza: sono fortunata perché sono cresciuta in una famiglia che non mi ha mai influenzato negativamente su questo aspetto, permettendomi di praticare un sano autoerotismo senza sensi di colpa o con il terrore di diventare cieca fin dall’inizio. E sono dell’idea che se non conosci tu il tuo corpo, come fai a spiegare a qualcun altro cosa ti piace?

♂ Ho un buon rapporto con il mio corpo, conosco alla perfezione dove toccare e credo che ciò sia molto importante a livello di rapporto sessuale con il partner. Per praticare autoerotismo però un uomo non ha bisogno di “conoscere il proprio corpo”. In fin dei conti il pene è un organo molto semplice. Una fantasia erotica provoca un’erezione e uno stato di eccitamento che, necessitando di un appagamento, porta a masturbarsi.

Pensi che la masturbazione sia un tabù? Hai problemi a parlarne?

♀ No, per quanto mi riguarda non lo è. Penso che però non sia così per tutti. Percepisco una certa chiusura soprattutto per quanto riguarda la sfera femminile: molti uomini sono ancora convinti che le donne non si masturbano. Viceversa, molte donne non si sentono a proprio agio ad ammetterlo. Posso fare un appello? Cari uomini, noi ci masturbiamo eccome! E care donne, che c’è di male a dichiararlo?

♂ Personalmente non la ritengo un tabù, ma per esperienza personale credo lo sia a livello sociale. A volte ho cercato di parlarne con amici/amiche trovando sempre un certo imbarazzo ad esporsi liberamente e pertanto non è un argomento che tenderei a richiamare ad un tavolo di conversazione il sabato sera davanti ad una birra. Tuttavia non trovo alcun tipo di problema a parlarne con persone interessate e disposte a condividere esperienze e sensazioni, e ritengo la cosa anche molto stimolante.

Ti ricordi la prima volta che ti sei masturbato? Ce la racconti?

♀ Sono nel bagno di mia nonna, e sono ancora una bambina. Sono attratta inspiegabilmente da un vecchio spazzolino elettrico abbandonato nei cassetti del bagno. Prendo uno specchio, mi calo pantaloni e mutande, mi sdraio sul tappeto e accendo lo spazzolino. So che è il clitoride (pur non conoscendo il suo nome all’epoca) la parte più sensibile, e quindi ci posiziono sopra lo spazzolino (la parte che vibra, non le setole, il mio obiettivo non era lucidarmi il cappuccetto). Controllo tutta la dinamica lì sotto tramite lo specchio, e osservo con spirito analitico la mia vagina. Dopo un poco comincio ad avvertire questa sensazione fortissima che comincia a propagarsi in tutto il corpo: mi spavento, lancio spazzolino e specchio e corro fuori dal bagno, pensando di essere in preda a un infarto o un attacco respiratorio (un cuor di leone!). Mi ci sono voluti altri due o tre tentativi prima di avere il coraggio di sperimentare il mio primo orgasmo.

♂ La prima volta che mi sono masturbato avevo 12/13 anni. Vado a casa di un amico e lui con gran segretezza mi invita in camera sua per farmi vedere un porno (un threesome interracial!!!). Mi spiega di essersi masturbato guardando quel video, e me ne parla come un’esperienza molto appagante. Io, ragazzino abbastanza riservato, nonostante provo eccitazione vedendo per la prima volta quelle immagini, cerco di evitare l’argomento distogliendo la sua attenzione dalla cosa. Tuttavia faccio una copia del video e la porto a casa. Quando sono da solo, prendo il computer, mi chiudo in bagno e comincio a masturbarmi. Non ricordo con esattezza cosa ho provato nel mentre. Ricordo solo che ci ho messo un po’ a venire: è uscito poco o niente e ho provato una sensazione al limite tra il piacere ed il doloroso.

Quanto spesso lo fai, adesso?

♀ Non saprei quantificare, anche perché dipende molto dai periodi: delle volte lo faccio spesso, è capitato anche più volte nello stesso giorno, delle volte invece passano settimane da una “sessione” all’altra.

♂ Trovo che la masturbazione sia molto rilassante e sia un ottimo rimedio per distogliersi momentaneamente dai pensieri della realtà dedicando un po’ di tempo a se stessi e alle proprie fantasie. La frequenza dipende da vari fattori: tempo libero, stimoli esterni, fantasie sessuali particolari e presenza/assenza di un partner. In mancanza di un partner sessuale posso approssimare una media di una 1 o 2 al giorno (più spesso 2).Tale media si riduce in presenza del partner ad 1 volta ogni 2/3 giorni.

Ti masturbi anche quando sei in coppia?

♀ Certo, sono due modi differenti di provare piacere, e l’uno non esclude l’altro. Anche se faccio sesso regolare e appagante con il mio partner non vuol dire che non abbia voglia di masturbarmi. O mixare le due cose insieme.

♂ Senza alcun tipo di problema. Nei periodi di distacco più lunghi dal partner trovo eccitante masturbarmi pensando a lei in circostanze hot! Ho praticato autoerotismo anche in presenza di varie partner ed in più di un’occasione. L’ho fatto come gioco erotico condiviso, guardandosi mentre ci si masturbava (breve ma intenso, terminato per concedersi ad un rapporto completo) o anche per comunicarle attività sessuale ed interesse nei suoi confronti. Mi è capitato di trovarmi sotto la doccia e che il partner entrasse nella stanza; già evidentemente eccitato, ho cominciato a masturbarmi per provocarla ed eccitarla.

Se sì, ne parli liberamente con il partner?

♀ Certo, quale uomo non sarebbe felice di sentirsi dire che una donna si è masturbata pensandolo? Penso che confrontarsi su questo argomento sia molto eccitante.

♂ Dipende dai partner ma mi è capitato di parlarne. Su loro invito ho spiegato come mi piaceva farlo, a cosa pensavo mentre lo facevo ed ho condiviso con loro anche il materiale pornografico che ero solito guardare.

E con i tuoi genitori, ne hai mai parlato?

♀ Non direttamente, almeno non come mia esperienza personale.

♂ Come detto prima è un argomento tabù per certe persone, e sicuramente lo è per i miei genitori. Non ritenendolo mai un problema personale (non ho mi sono mai preoccupato della mia vista e soprattutto non lo ritengo disonorevole), non ho mai avuto la necessità di parlarne con loro.

Descrivici come lo fai.

♀ Dipende un po’ dal tempo che ho a disposizione: se ne ho molto poco, semplicemente metto in funzione il mio aggeggetto vibrante e uso le dita, raggiungendo l’orgasmo nel giro di pochi secondi. Se invece ho un po’ più tempo a disposizione, mi sdraio sul letto, utilizzo qualche gioco in più, magari mi guardo un porno o semplicemente fantastico concentrandomi sul piacere, e la tiro per le lunghe il più possibile, arrivando ad un passo dall’orgasmo per poi bloccarmi, e ricominciare. Fino a che riesco.

♂ Non ho un vero e proprio rituale e dipende molto dalla situazione e dal motivo che mi ha spinto a farlo. Se la necessità è quella di rilassarmi, mi piace masturbarmi sotto la doccia, in quanto lo trovo un ambiente molto intimo e che stimola molto la fantasia sessuale (mi piace molto avere rapporti sotto la doccia). Quando lo faccio così, mi piace fantasticare su esperienze piacevoli avute nel passato con i partner. Se lo stimolo deriva da una fantasia sessuale particolare, lo faccio anche comodamente sdraiato sul letto facendo uso di materiale pornografico. Non uso sex toys maschili, creme od oli di nessun tipo.

E l’altro sesso, secondo te, come si masturba?

♀ Credo che per loro delle volte sia una vera e propria necessità: ho le palle piene, mi faccio una sega. Una sorta di svuotamento meccanico. Nella masturbazione femminile ci vedo qualcosa di molto più romantico: è dedicarsi una coccola speciale, è volersi bene. Penso anche che ci sia un atteggiamento diverso nei loro confronti riguardo questo tema, a livello sociale: come ho detto prima, si parla spesso di masturbazione maschile, è percepito come normale per un uomo farsi una sega. Per le donne non è così: mi è capitato di parlare con molte persone con la convinzione che le donne non si masturbano.
Credo poi che per un uomo farsi una sega non sarà mai paragonabile ad una scopata a livello di piacere, mentre per una donna potrebbe non essere così scontato. La prima volta che mi sono masturbata ho avuto un orgasmo; la prima volta che ho fatto sesso, non ho avuto un orgasmo. E ho dovuto lavorarci per anni e anni prima di riuscirci durante un rapporto sessuale.

♂ Credo che per le donne l’argomento possa risultare più spesso un tabù rispetto agli uomini. Alcune ragazze con cui ho avuto modo di parlarne ritengono l’autoerotismo come un indice di scarsa attività sessuale e questo per l’orgoglio femminile risulta inaccettabile; ciò le porta a non praticarlo o a non parlarne. Inoltre penso che per le donne masturbarsi sia molto più complicato e questo perché per poter raggiungere l’appagamento sessuale e l’orgasmo hanno bisogno di più stimoli e non tutte hanno una piena consapevolezza del proprio corpo.

[…]

Ora che hai letto le risposte dell’altra/o, che ne pensi?

♀ Mi sembra che su molti punti la pensiamo allo stesso modo. Soprattutto conferma che molte donne non si sentono a proprio agio su questo tema. Non dico di rispondere al commesso che vi chiede “che taglia hai?” con un “sì, mi masturbo”, ma di non sentirsi in imbarazzo a riguardo. È sano e naturale farlo, perché dovremmo nasconderlo?
Mi fa poi sorridere il fatto che lui pensi che per una donna sia più “difficile” masturbarsi: per molte di noi, credo, è molto più facile (e veloce!) avere un orgasmo da sole che durante un rapporto sessuale.

♂ Come piace a me, sapevo ed ero certo che piacesse anche alle donne; la necessità di sentirsi bene e soddisfatti è una cosa unisex quindi ben vengano le donne che lo fanno ma soprattutto che ne parlano senza problemi! Quello che mi stupisce molto è la velocità con cui una donna riesce ad ottenere un orgasmo assicurato durante la masturbazione. Se ne parla ovunque della difficoltà di una donna di ottenere un orgasmo durante un rapporto sessuale, e pensavo che ciò fosse regola anche nella masturbazione. Se l’argomento fosse meno “problematico” per tanta gente, il parlarne naturalmente tra amiche o in coppia sarebbe fondamentale: sia nell’ottica del conoscere meglio se stessi, sia  per poter comunicare al partner ciò che piace ed avere rapporti sessuali molto più appaganti e completi.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *