SESSO E LIBRI
“RACCONTI EROTICI PER RAGAZZE SOLE O MALE ACCOMPAGNATE” DI SLAVINA

Porno per ragazze sveglie
I racconti di Slavina combattono gli stereotipi del porno e regalano ai lettori una visione del sesso libera e gioiosa

“Ma la svolta, per entrambe, fu il ritrovamento fortuito di alcuni giornaletti zozzi che qualcuno aveva lasciato in uno dei nostri nascondigli più segreti e amati. La Mola era un vecchio mulino abbandonato, al quale si accedeva dalla statale che univa il paese al mondo. Io e Mila avevamo paura ad andarci di notte. Fu di giorno che venimmo in possesso di un quantitativo ingente di ignobili pubblicazioni pornografiche che sembrava fossero state messe lì apposta per riempirci di voglie e dubbi nuovi.

Erano fotoromanzi di bassa lega, nei quali i protagonisti maschili avevano i capelli cotonati e il pisello grosso come una proboscide d’elefante. Le donne, se bionde, avevano i codini ed erano stupide, mentre le more erano quelle che sempre dominavano la situazione”

da “Racconti erotici per ragazze sole o male accompagnate” di Slavina (Giulio Perrone Editore 2012)

Fare l’amore per la prima volta con una ragazza dai capelli rossi. Sperimentare il sesso a tre. Un’esperienza in dark room per capire di chi ti puoi fidare. Un ragazzino da liberare. Le curiosità e le voglie di due adolescenti. Una chimica scopata. Le rivolte e la disobbedienza. Il ricordo di un amore che non potrai più rivedere. Sfidare i pudori. Il sesso che può esistere anche senza essere una coppia o provare sentimenti (per fortuna!). L’elogio della gentilezza. La rivalutazione della sveltina.

Nei sedici racconti di Slavina ci sono storie e protagonisti diversi per provare a raccontare la bellezza e la varietà del sesso. La voglia di lasciarsi andare, di scoprire gli altri e noi. La libertà di essere sé stessi con i propri timori e i propri pudori. L’incontro, la seduzione, i corpi che si toccano e il piacere che invade corpo, testa e anima. Godere con chi vuoi quando vuoi potrebbe sembrare una cosa scontata ma ancora oggi il sesso libero resta un tabù.

Nei racconti spesso compare il nome Selma. Slavina attraverso Selma prova a mostrare un modo libero e gioioso per vivere il sesso. Con la sua curiosità, le sue voglie, la sua libertà e la voglia di esplorare siamo tutte Selma.
Prova in maniera ironica ma energica a combattere gli stereotipi mutuati dal porno che ormai hanno invaso la nostra idea di sesso e quella di alcuni uomini (siamo fiduciose su).

“Racconti erotici per ragazze sole o male accompagnate” non è l’unico strumento con cui Slavina porta avanti la sua pornoribellione. Da qualche anno è parte attiva de “Le ragazze del porno” collettivo formato da registe e artiste che vogliono scardinare lo schema classico e maschilista del porno tradizionale. Sono film d’autore incentrati sui desideri femminili e la libertà sessuale. Chiarire una volta per tutte che il porno non è solo per maschi tristi e solitari. Tante donne guardano i porno ma poche sono le offerte che tengono conto dei loro desideri e che rappresentano una figura femminile diversa dalla bambola sottomessa. Con questo progetto “Le ragazze del porno” vogliono portare sullo schermo l’erotismo e il piacere visto dalle donne per le donne.
Che il porno sia femmina lo dimostrano anche il successo di “Dirty Diaries” di Mia Engberg e dei vari episodi di “X Confessions” di Erika Lust che dall’Europa stanno sconfinando nel mondo intero.

Liberare i desideri che ognuno nasconde dentro di sé è anche l’obiettivo dei suoi laboratori “Desideri in divenire – un esercizio di autobiografia erotica”, che ha tenuto in diverse parti d’Italia, e che vuole far emergere le esperienze passate, le fantasie ricorrenti e i desideri più nascosti per vivere più liberamente la propria sessualità. Per essere sempre informati su Slavina, sulle sue battaglie femministe, gli spettacoli teatrali, i vari laboratori di scrittura erotica e tutte le pornocose che fa seguitele sul suo blog malapecora.

Modestina Cedola è una giornalista pubblicista e blogger. Grande curiosa e lettrice vorace, ci accompagna ogni mese alla scoperta di testi erotici non convenzionali.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *